I migliori e più famosi musical di sempre, vecchi e nuovi

Musica e film: i migliori musical di sempre. Da Fred Astaire a Johnny Depp, passando per classici come Grease o Rocky Horror Picture Show, vediamo i musical famosi.

Il musical: un genere inventato e portato al successo dagli americani, che unisce cinema, teatro, canzoni e danza. Ha avuto la sua epoca d’oro negli anni ’50 e ’60, un revival negli anni ’70 e ’80, e poi un recupero più recente in film d’autore di grande successo. Vediamo quali sono i migliori film musical della storia del cinema, i più famosi, non solo i classici, ma anche i più recenti.




→Clicca qui per iscriverti ad Amazon Video – 19,99 euro all’anno (primo mese gratuito)

– I classici

Cappello a cilindro (1935)

Cappello a cilindro1

Il più famoso della coppia Fred Astaire e Ginger Rogers. Cappello a cilindro è considerato uno dei migliori musical di sempre, elegante, divertente, musiche stupende del grande Irving Berlin, deve molto ai due straordinari protagonisti: Fred Astaire e Ginger Rogers.

Cantando sotto la pioggia (1952)

cantando sotto la pioggia

I’m siiiinging in the raain. Capolavoro del musical con il grandissimo Gene Kelly, probabilmente il miglior musical in assoluto. E’ un film ambientato a Hollywood: il protagonista è un attore del cinema muto, solo che arriva il sonoro (il primo film, Il cantante di jazz) e tra gli attori c’è il terrore che le loro carriere siano finite. Divertente, ironico, raffinato, canzoni e coreografie che hanno fatto storia.

West Side Story (1961)

west side story

Uno dei più grandi successi. Grandissimo successo teatrale, West Side Story è il film musical diretto da Jerome Robbins e Robert Wise e tratto dall’omonimo musical. La storia è quella di due Romeo e Giulietta moderni: l’amore contrastato di Maria e Tony, appartenenti a due bande diverse. Coreografie e soprattutto musiche straordinarie di Bernestein, con canzoni diventate famosissime come Maria e I feel pretty.

Il Mago di Oz (1939)

D-judy-garland-mago-di-oz

Uno dei capolavori del cinema americano. Il mago di Oz è un psichedelico musical in bianco e nero e a colori con Judy Garland protagonista nel magnifico e misterioso mondo di Oz. Molte le canzoni diventate celebri, come la più famosa “Over the rainbow”. Un classico da recuperare se non l’avete mai visto.

Mary Poppins (1964)

MARY poppins

Supercalifragilistichespiralidoso. Bert il tuttofare e one-man-band di strada ci introduce nella fantastica storia di Mary Poppins, la tata magica che arriva a Londra e rivoluziona la famiglia dei Banks. Un classico sorprendente ancora oggi per la qualità della regia, degli effetti speciali che mischiano cartoni e attori in carne e ossa e per le tante belle canzoni e coreografie. Con Julie Andrews e Dick Van Dyke. Un classico che non invecchia mai.

Tutti insieme appassionatamente (1965)

tutti insieme appassionatamente

Sulle montagne austriache a cantare allegramente. Il titolo originale è The sound of music, il suono della musica. Enorme successo musical per questo lungo (174 minuti!) film americano del 1965 per la regia di Robert Wise. Protagonista, anche qua, Julie Andrews, una suora che ama più cantare e ballare e che trova la sua via quando finalmente conosce la famiglia di un colonnello austriaco, vedovo, e i suoi numerosi figli. Vinse 5 Oscar.

Cabaret (1972)

cabaret_1972_4

Delle coreografie che vi verrà voglia di imparare. Ambientato più o meno negli stessi anni di Tutti insieme appassionatamente, però in Germania e non in Austria, Cabaret è un capolavoro del cinema con la regia di Bob Fosse e protagonista assoluta Liza Minelli. Sally è un po’ cantante e un po’ prostituta (o escort, diciamo), quando si innamora di un inglese. Otto Oscar e numerosi altri premi, riesce a unire temi forti come nazismo a un tono scanzonato da commedia musicale. Imperdibile.

– I musical anni ’70 e ’80

Grease (1978)

grease musical film

John Travolta + Olivia Newton-John. Negli anni ’70 c’è un revival del musical e in questa nuova ondata uno dei più grandi successi si chiama Grease (che in inglese vuol dire brillantina). Musical diventato di culto, la sua colonna sonora è ancora oggi ascoltatissima anche da chi non ha mai visto il film. La trama si svolge in un college dell’America anni ’50. Tra le canzoni (e coreografie) più famose ricordiamo “You’re the One That I Want”.

Jesus Christ Superstar (1973)

jesus_christ_superstar_sd2

Un musical su… Gesù! Senza dubbio uno dei musical più rivoluzionari. Racconta in versione hippy e attraverso le canzoni l’ultima settimana di Gesù Cristo. Un Gesù molto umano, anche se il vero protagonista è in realtà Giuda, la cui figura qui viene rivalutata in senso positivo. E’ una vera rock opera, con pezzi diventati celebri e senza dialoghi, un film cantato al 100%. E’ stato un grandissimo successo e ancora oggi viene riproposto nella sua versione teatrale.

Hair (1979)

hair

L’era dell’Acquario. Anche in questo grande musical di successo di Milos Forman (regista di Qualcuno volò sul nido del cuculo ma anche di altri film sulla musica come Ragtime e Amadeus) al centro c’è il mondo hippy, con tutti i suoi contrasti, e la guerra del Vietnam. La canzone più famosa forse è Aquarius.

Rocky Horror Picture Show (1975)

rocky horror picture show

Let’s do the Time Warp again! Rivoluzionario, trasgressivo, racconta la notte pazza di due normalissimi bravi ragazzi americani che finiscono in un misterioso castello dove si svolge una festa dei trans-transilvaniani… Beh, senza dubbio – tra quelli degli anni ’70 – il più grande successo tra i musical e uno dei più grandi successi del cinema in generale. Regia di Jim Sherman, ma il ruolo fondamentale è quello di Richard O’Brien, sceneggiatore, autore delle musiche e uno dei protagonisti.

Chorus Line (1985)

achorusline16

La dura vita dei ballerini. Un gruppo di ballerini partecipano a un’audizione per un musical di Broadway. Anche attraverso la musica, scopriamo il passato di ognuno di loro. E’ uno dei casi – frequenti – di musical che parla di musical, forse il miglior esempio di film musicale degli anni ’80, con un giovane Michael Douglas.

– I musical recenti

Chicago (2002)

chicago-catherine-zeta-jones

Uno dei migliori musical recenti. Uno splendido omaggio al genere. Cast eccezionale: Richard Gere, Renée Zellweger, Catherine Zeta-Jones, Queen Latifah. Regia di Rob Marshall, autore di altri grandi musical di questi anni, Chicago è ambientato nella Chicago degli anni ’20. Da recuperare.

Mouline Rouge (2001)

moulin rouge

La rinascita del musical negli anni 2000. Moulin Rouge è stato sicuramente il film che ha dato il via al revival del musical in chiave post-moderna negli anni 2000 ed è uno dei musical famosi più belli. Tutto questo grazie al talento visionario di Baz Luhrmann e all’idea geniale di fare un musical ispirato alla Boheme, ambientato al Moulin Rouge, ma con canzoni pop moderne rivisitate e un cast di grandi attori come Nicole Kidman e Ewan McGregor e cantanti. Splendido.

Mamma Mia (2008)

mammamia4

Il musical pop. Anche in questo caso è il pop moderna a fare non solo da colonna sonora ma da struttura portante di questo musical di grandissimo successo. Ambientato in un’isola greca, vede una famiglia riunirsi, con una mamma che non sa con precisione chi sia il padre di sua figlia. Tra i protagonisti Meryl Streep e Pierce Brosnan ma soprattutto le immortali canzoni pop degli ABBA, come quella che dà il titolo a questo strambo musical.

Sweeney Todd – Il diabolico barbiere di Fleet Street (2007)

sweeney_todd

Il musical di Tim Burton. Commedia horror musicale con Johnny Depp nei panni di Sweeney Todd. La regia di Tim Burton dà ovviamente al film uno stile visionario, eccentrico, macabro, tra sangue e canzoni. Uno degli esempi più originali tra i nuovi musical.

Les miserables (2013)

boys

Victor Hugo diventa un musical. Les Misérables è un sorprendnete dramma-romantico musical diretto da Tom Hooper. La storia è famosa e non la racconatiamo, ci limitiamo ad elencare il cast: Hugh Jackman, Russell Crowe, Anne Hathaway, Sacha Baron Cohen, Helena Bonham Carter. Uno dei film musical più interessanti degli ultimi anni.

Into the Woods (2015)

Into-the-Woods-Film

Tutte le fiabe, in musica. Il più recente esempio di musical originale è probabilmente “Into the Woods”. Ancora Rob Marshall, ancora Meryl Streep, qua nei panni di una strega, è un eccellente musical fantastico che mette insieme quattro favole famose (Cappuccetto Rosso, Raperonzolo, Jack e i fagioli magici e soprattutto Cenerentola) e ovviamente il bosco, luogo mitico di letteratura e cinema.

La la land (2016)

Nostalgia canaglia. Lei vuole fare l’attrice, lui il musicista jazz. Nello sfondo di una Los Angeles originale, la storia di scontro-amore tra Emma Stone e Ryan Gosling, in chiave musical. Un tributo nostalgico al genere, ha vinto decine di premi, fra cui 6 Oscar.

Breve storia del musical: dai teatri alle sale cinematografiche, grazie all’invenzione del sonoro

E’ ovvio che se non fosse stato inventato il sonoro non esisterebbe il musical come genere cinematografico. La danza e il canto appartenevano esclusivamente ai palcoscenici dei teatri. Ma poi succede qualcosa che cambia tutto. Nel 1927 esce nelle sale “Il cantante di jazz”di Alan Crosland con Al Jolson: con questo film nasce una nuova era, quella del cinema sonoro. Il cinema muto va lentamente in pensione e la musica ha sempre più spazio nei film. Non a caso il primo film sonoro è anche un film musicale.

Il cantante di jazz è anche la prima opera che detta la linea a tutte le opere successive basate sulla musica, inventando una struttura narrativa che consenta agli interpreti di ballare e cantare. Il genere ebbe subito grande successo, nel 1933 esordirono Fred Astaire e Ginger Rogers, senza dubbio la coppia più famosa del musical, e da lì in poi sono centinaia gli esempi di film musicali usciti nelle sale.

Con il western, è il genere più americano per eccellenza. L’apice probabilmente è stato raggiunto negli anni ’40, quando iniziarono ad avere successo anche personaggi fondamentali come Gene Kelly, Vincent Minelli, Stanley Donen, Gershwin e così via. Dopo il revival degli anni ’70 e la nuova era dei musical, più recentemente, a partire dagli anni 2000, abbiamo visto i musical post-moderni, spesso rivisitazioni di altre opere o di altri generi, o addirittura veri film sperimentali (come “Dancer in the dark” di Lars Von Trier).

I migliori musical di sempre secondo l’AFI

La classifica dell’American Film Institute dei migliori musical di sempre, redatta nel 2006.

Ecco i primi 15:

1) Singin’ in the Rain (1952)
2) West Side Story (1961)
3) The Wizard of Oz (1939)
4) The Sound of Music (1965)
5) Cabaret (1972)
6) Mary Poppins (1964)
7) A Star Is Born (1954)
8) My Fair Lady (1964)
9) An American in Paris (1951)
10) Meet Me in St. Louis (1944)
11) The King and I (1956)
12) Chicago (2002)
13) 42nd Street (1933)
14) All That Jazz (1979)
15) Top Hat (1935)