Spazio ai romantici: le 10 più belle commedie sentimentali di sempre

Romanticoni e romanticone, eccovi accontentati: la lista delle 10 più belle commedie romantiche e sentimentali di sempre. I film che parlano di coppie, di amore, di abbracci, di gente che si lascia e torna insieme e insomma avete capito. Ecco 10 classici del genere.

Cosa c’è di meglio di una bella serata sul divano abbracciati alla nostra innamorata o innamorato, avvolti dal calore di una copertina di lana, a guardare una commedia romantica? Un viaggio nello spazio, oppure uno nel tempo per vedere com’era la terra quando era popolata dai dinosauri, o ancora il giro del mondo in volo con delle ali meccaniche, o un’escursione nel fondo degli abissi in compagnia dei pesci bioluminescenti. Insomma, di cose da fare ce ne sarebbero, ma per ora ci accontentiamo di guardare le commedie sentimentali più belle di sempre. Ecco per voi una lista delle più belle commedie romantiche da vedere sullo schermo quando non avete voglia di un’esperienza troppo estrema.

Harry ti presento Sally (1989)

harrytipresentosally1989bd3

Un must assoluto per chi vuole sentirsi catapultato in una New York a colori pastello e con una colonna sonora sulle note delle canzoni di Louis Armstrong e Ella Fitzgerald. La storia è semplice: due persone che si conoscono da una vita e, anzi, che all’inizio non si sopportano, si innamorano perdutamente. Indimenticabile la scenda dell’orgasmo di Meg Ryan.

Notting Hill (1999)

notting_hill_501

Una vera storia da principessa, però al maschile. Hugh Grant interpreta un goffo libraio londinese che trascorre le sue giornate tra casa e lavoro in compagnia di un improbabile coinquilino. Un giorno, a varcare la soglia del suo negozio è però una megastar del cinema, interpretata da Julia Roberts. Il seguito si può immaginare. Perfetta per i romanticoni irrecuperabili.

Io e Annie (1977)

anniehall-copertina

Woody Allen ha creato un vero film cult decidendo di narrare, seppur romanzando, la storia d’amore tra se stesso e la sua (ex) compagna Diane Keaton. Tra nevrosi e poesia, realizza una commedia d’amore davvero unica e imperdibile, con la sensibilità e l’ironia proprie del suo genio.

Baciami, stupido! (1964)

vvbu7rrotpurgmxcav3uzglaxlr-700x393

Uno stratagemma di un frustrato insegnante di musica per incastrare un noto cantante, Dean Martin, finisce per fare da Cupido tra la sua “supposta” moglie e il cantante stesso. Billy Wilder ancora una volta dà prova di capire l’animo umano come nessun altro, mettendo in piedi una commedia davvero insostituibile, suffragato dalla perizia attoriale di grandi come Ray Waltson e Kim Novak, nonché dalla voce schiumosa dello straordinario Dean Martin.

Quattro matrimoni e un funerale (1994)

taglioalta_001398-1000x400

Ancora Hugh Grant è il primouomo di una delle commedie romantiche più recenti e più riuscite di sempre. Incontra a un matrimonio una donna fantastica e misteriosa che lo seduce per una notte. Tra vicissitudini di diverso tipo, tra cui matrimoni e funerali, vissute dallo stesso Hugh insieme al suo sgangherato gruppo di amici, i due finiscono per rincontrarsi per decidere di sposarsi a loro volta… o forse no.

Straziami ma di baci saziami (1968)

01019803

Una storia d’amore che diventa lotta di classe quella trattata nella commedia firmata Dino Risi, uscita nei cinema italiani nel 1968. Il barbiere Marino Balestrini si innamora a Roma della marchigiana Marisa di Giovanni. I due giovani decidono di stare insieme, ma non saranno pochi gli ostacoli che dovranno affrontare, incluse le difficoltà dovute alle differenze di classe. Nonostante la trama intricata, il film non sfugge al lieto fine.

Pretty Woman (1990)

pretty-woman

Un must delle commedie americane sentimentali è proprio questo film con protagonisti una giovane Julia Roberts nei panni della prostituta che ha la fortuna di trovare un facoltoso uomo d’affari che decide di sposarla, e Richard Gere, che interpreta il suddetto uomo d’affari. La scena finale sulle note della Traviata di Giuseppe Verdi, anche se nell’opera del compositore parmigiano la fine della cortigiana non è proprio la stessa di quella di Julia Roberts, è entrata nel mito.

Harold e Maude (1971)

haroldmaude2

Nel 1971, il regista Hal Ashby, esplora le potenzialità di un amore davvero fuori dagli schemi. Il diciottenne strambo e depresso Harold, si innamora di una quasi ottantenne, Maude, che lo “rieduca” insegnandogli non solo l’amore tra uomo e donna, ma anche l’amore per la vita. Un film profondo e delicato che farà commuovere anche i cinici più navigati.

L’appartamento (1960)

appartamento

Billy Wilder mette su pellicola un vero capolavoro con questo film che, girato nel 1960, ancora oggi turba gli animi di molti. Una commedia dulcamara che vede protagonisti una stupenda Shirley MacLaine, che interpreta un personaggio complesso e malinconico a fianco di uno stupefacente Jack Lemmon che con genio e sentimento interpreta un ruolo davvero superlativo.

Se mi lasci ti cancello (2004)

WINSLET CARREY

A molti non piace il titolo italiano e preferiscono l’originale (Eternal Sunshine of the Spotless Mind), ma sono dettagli. Questa bellissima e originale commedia sentimentale di Michel Gondry viaggia nello spazio e nel tempo, tra le emozioni, la mente e il cuore, dei due protagonisti, Jim Carrey e Kate Winslet, in un eterno tira e molla di un Cupido ballerino.