15 curiosità su Woody Allen

Ovvero: 15 curiosità che avreste voluto sapere su Woody Allen ma che non avete mai osato chiedere.

Regista, attore, comico, scrittore, umorista e perfino musicista, Woody Allen è una delle figure più complesse e originali della cultura americana. Noi lo adoriamo, e per questo siamo interessati non solo ai suoi film ma anche alla sua vita privata, alle curiosità di questa mente così eccentrica, originale e geniale. Quindi ecco 15 curiosità su Woody Allen. 

1) Non si chiama veramente Woody Allen

Anche se noi tutto lo conosciamo così, il cineasta di Brooklyn è registrato all’anagrafe come Allan Stewart Konigsberg. Ha deciso di cambiare il suo nome all’età di 15 anni, quando inizia la sua carriera di comico.

2) E’ un bravo musicista

Woody Allen è un clarinettista provetto e ha suonato per tantissimi anni ogni lunedì sera in un famoso club, il Carlyle Hotel di New York, insieme a The Eddy Davis New Orleans Jazz Band. Ancora oggi, seppur ottantenne, allena i polmoni continuando a soffiare nel suo amatissimo piffero.

3) E’ un fanatico della magia

In quasi tutti i suoi film compare l’elemento magico. Fin da piccolo il regista americano è stato attratto dall’idea dell’illusione, iniziando a destreggiarsi con i trucchi magici a pochi anni di vita.

4) E’ andato solo una volta agli Oscar

Più volte ha dichiarato di non essere interessato alla cerimonia degli Oscar e di non considerarla importante. E negli anni è rimasto fedele alla sua parola, presentandosi alle celebri premiazioni soltanto nel 2002, per un tributo alle vittime delle Torri Gemelle.

5) Ama la letteratura russa

In molti suoi film Allen si pone delle questioni esistenziali di capitale importanza, seppur stemperandole con una nota ironica. Tra i suoi romanzieri preferiti infatti, compaiono i grandi nomi della letteratura russa, in particolare quello di Fedor Dostoevskij.

6) E anche Fellini e Antonioni

Tra i suoi registi preferiti, Woody Allen fa il nome anche di qualche nostro conterraneo importante. Antonioni e Fellini erano i registi di cui l’autore di Anni Hall si pasceva da piccolo, insieme a Bergman e a Kurosawa.

7) Annie Hall non è una autobiografia

Per quanto in molti credano che le vicende narrate nel famosissimo film siano un riferimento alla vita sentimentale di Woody e Diane Keaton, che sono stati compagni per diversi anni, non è così. Il regista ha infatti più volte dichiarato che il film non era basato sulla loro storia d’amore.

Vedi anche: I migliori film di Woody Allen da vedere e rivedere

8) Manhattan non è tra i suoi film preferiti

Pluripremiato, osannato dai fan e dalla critica, questo lungometraggio non accontenta però il suo autore. Anzi, addirittura ha dichiarato di odiarlo!

9) Woody e la psicanalisi

E’ piuttosto risaputo che Allen abbia passato quasi metà della sua vita nel lettino di qualche strizzacervelli. Ma non tutti sanno che, appena sposata l’ultima moglie, ha smesso 37 anni di terapia.

10) Il suo film preferito è…

L’ex compagno di Diane Keaton è famoso per essere un regista straordinariamente prolifico. Ma non tutte le ciambelle vengono col buco, e lui stesso è il primo a dire che molti suoi film non gli piacciono. Ma 6 sono i suoi preferiti. Il primo? La rosa purpurea del Cairo. Da cinefilo quale è, ha parlato spesso anche dei suoi film preferiti di altri registi.

11) Al college non brillava

Per quanto incredibile, sono molti i registi incredibilmente talentuosi che non erano i migliori al college. Tra questi compare anche il nostro. E’ persino stato bocciato ad un esame proprio sulla produzione cinematografica.

12) La droga non lo interessa

Per quanto tratti l’argomento in diversi suoi film, la droga non è gli è mai interessata. Ma non ci stupisce, perché di fatto in ogni film in cui ne parla, lo fa con un tono sospettosamente ironico.

13) Non sa fare le serie TV

E non se ne vergogna. Proprio nel 2016 ha realizzato una serie tv con Mile Cyrus, che si chiama Crisis in six scenes. Ma quindi le gira? No, questa serie non è altro che un film di due ore suddiviso in sei parti. Geniale come al solito.

14) Non parla molto con gli attori

Ogni attore intervistato sulla sua esperienza con Allen, ha dichiarato qualcosa come: “Abbiamo parlato del personaggio per due secondi, e poi non l’ho più visto”. Insomma, un uomo di poche parole.

15) Usa la macchina da scrivere

Altro che tecnologie. Per scrivere i suoi film, Woody fa alla vecchia maniera. Fogli di carta, penna per gli appunti e poi tutto in macchina da scrivere. Computer… E cos’è?!